Newsletter del Sindaco di Lecco dell’8 marzo 2019

/ marzo 8, 2019/ News, Sindaco

Anche a Lecco… “Autorizzati a pensare”

C’è una bella consuetudine che si insegue nel tempo e che vede la nostra città ospitare di volta in volta l’arcivescovo di Milano.

Ciascuno, con la propria cifra pastorale e civile, ha di fatto sancito una sorta di legame tra Lecco e la metropoli, una terra o meglio una questione dai molteplici risvolti.

Dopo il Card. Martini, Tettamanzi e i dialoghi di vita buona del lecchese Angelo Scola, ieri sera abbiamo incontrato (il noi è d’obbligo) l’arcivescovo Mario Delpini che sta dando prova di una notevole capacità di relazionarsi e comunicare con la complessa società dei nostri tempi. Lungi da me l’idea di piegare una sua qualsivoglia parola alla contingenza della politica, ma come non riconoscere la valenza “storica”, attuale ed urgente nella predicazione di un alto prelato chiamato a misurare la Chiesa in una stagione nella quale è facilissimo disorientarsi. Credo, altresì, che proprio quando si affronta l’analisi sulla società , la gerarchia dei valori cattolici e laici, non può non riscoprire alcuni punti in comune.

Specie da parte di chi è cresciuto e si è formato in momenti e partiti che hanno eletto l’uomo, il genere umano, al centro della politica. E’ inutile girarci intorno: è questo il momento nel quale i contenuti devono prevalere sugli schieramenti, nel quale, anche in virtù della prigionia dei numeri , non è utile e a volte persino ozioso parlare di formule e alleanze, mentre occorre ad ogni livello una quotidiana scrittura di principi ispirati a quella concretezza senza la quale le strade si lastricano solo di pie intenzioni.

Alla vigilia della Quaresima, le riflessioni dell’arcivescovo tornano quanto mai opportune perché non è vero che l’ascoltare si esaurisce nell’arco di una serata, a patto che facciamo corrispondere il “sentire”- cioè tradurre le parole in sentimenti – e farne la piattaforma per le nostre scelte pubbliche e provate.

L’esperienza di guidare una città è faticosa e irta di ostacoli, ma è anche l’occasione più propizia per porci in sintonia con la nostra comunità e, citando don Delpini, valorizzare quella “autorizzazione a pensare” che è un invito ad approfondire, a ragionare, a far in modo che la libertà di pensiero divenga un valore contagioso e affianchi specie chi è impegnato nella res publica ad evitare i pregiudizi.

Provo a dire, riferendomi all’etimologia delle parole, che dobbiamo essere “spregiudicati”, cioè senza pregiudizi.

Ancora a favore dell’autonomia di Regione Lombardia

Con il documento approvato dagli Stati Generali per lo sviluppo, promossi da Regione Lombardia lo scorso 22 febbraio a sostegno del percorso per l’attribuzione alla regione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia ai sensi della Costituzione, le Istituzioni regionali e le espressioni della società civile chiedono al presidente della Repubblica Sergio Mattarella di sostenere questa occasione straordinaria e imperdibile per lo sviluppo della competitività del sistema delle imprese, per la crescita dell’occupazione, la modernizzazione dell’assetto normativo, amministrativo, fiscale, infrastrutturale e di servizi della Lombardia, in definitiva a vantaggio dei cittadini e dell’intera comunità regionale, oltre che dell’intero Paese.

Tale percorso si coniuga pienamente con il dovere costituzionale di assicurare l’uniformità dei diritti garantiti a tutti i cittadini, in particolare libertà civili, salute, lavoro, previdenza, istruzione, giustizia e sicurezza e con il mantenimento in sede statale delle competenze per la definizione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali e la garanzia della loro erogazione su tutto il territorio nazionale.

La maggiore autonomia si pone l’obiettivo anche di una operazione di vasta semplificazione per una P.A. più semplice e attenta alle esigenze delle imprese e dei cittadini, condizione fondamentale per un sistema competitivo, attrattivo e capace di offrire servizi di qualità.

L’attribuzione a Regione Lombardia di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia ai sensi dell’art. 116, 3° comma della Costituzione in tutte le materie previste, in un rinnovato vincolo di unità del Paese e di solidarietà nazionale, costituisce un’ assunzione di maggiori responsabilità a livello locale e comporterà, tra l’altro, un ripensamento complessivo dell’assetto ordinamentale degli enti territoriali lombardi, da attuare secondo le modalità definite nello schema di intesa proposto da Regione Lombardia, già definite nell’accordo del 29 maggio 2018 con ANCI e UPL; le funzioni discendenti dalle nuove competenze saranno attribuite sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione e adeguatezza.

L’auspicio è che il  Governo concluda celermente l’iter per l’intesa proposta da Regione Lombardia al fine di predisporre il conseguente disegno di legge per l’approvazione da parte delle Camere secondo il procedimento previsto dalla Costituzione, nelle modalità già delineate dall’accordo preliminare del 28 febbraio 2018.

A cinque anni dalla scomparsa di un grande lecchese

Riprendo in questa occasione e attualizzo quanto avevo scritto all’indomani della scomparsa di Marco, su La Provincia di Lecco:

“Con l’augurio di un futuro sempre all’altezza dei tuoi desideri”. Sono parole scritte da Marco Anghileri a mio figlio Luca nell’agosto 2011, come dedica del suo libro. Parole belle e sincere, scritte da un ragazzo, più grande e già di successo, a un altro ragazzo più giovane e con tante speranze.

Marco, ancora prima che essere un grande lecchese e un grande atleta insignito nel 2000 della benemerenza civica di S. Nicolo, era un caro amico. Ci eravamo visti l’ultima volta poche settimane prima e anche in quell’occasione c’era mio figlio: si erano dati appuntamento per un’escursione in montagna… Ci eravamo conosciuti quando ero in Provincia. Insieme abbiamo iniziato a lavorare per diffondere l’amore e la cultura della montagna e per far conoscere sempre di più l’arrampicata in tutte le sue forme. Marco non ha solo realizzato imprese clamorose che lo hanno fatto conoscere agli alpinisti e agli appassionati della montagna, ma era straordinario nel tramettere e comunicare la sua passione agli altri, soprattutto ai giovanissimi. Riusciva a conciliare l’alpinismo tradizionale con le nuove pratiche dell’arrampicata sportiva, che all’epoca del nostro primo incontro non erano conosciute e diffuse come poi in seguito e oggi; e se un certo movimento alpinistico è cresciuto, lo dobbiamo anche a lui.

“Da solo in inverno” è il titolo di un suo libro bellissimo ed era il suo modo di arrampicare, in solitaria e nelle condizioni più estreme. È con queste ascensioni realizzate su tutto l’arco alpino che ha costruito la sua fama e il suo successo. Ed è “da solo in inverno” che Marco se ne è andato, sul Bianco cinque anni fa, a caccia della più sensazionale delle sue imprese.

Ma quando tornava nella sua Lecco era tutt’altro che solitario: era un campione anche nel fare squadra, nel coinvolgere gli altri, nel divulgare e fare apprezzare anche agli altri ciò che lui amava di più. Avreste dovuto vederlo nelle scuole o nelle serate, mentre parlava ai bambini o con giovani e adulti. Paradossalmente siamo stati più vicini nel periodo in cui, a causa di un banale incidente in moto, era stato costretto a stare lontano dalle vette. Marco seppe trasformare quel problema in un’opportunità e ne approfittò per contribuire alla ideazione e creazione di un “sistema turistico” che traesse linfa dalla montagna. Ci credeva davvero in questa idea, al punto che aveva aperto un ristorante ai Piani Resinelli, il “2.184”, che poi è l’altezza della Grigna, da lui tanto amata e quasi quotidianamente frequentata: una sfida in salita, come sempre per chi arrampica, per rilanciare una località che merita di essere sempre più scoperta e vissuta.

Gli alpinisti lo chiamavano “Butch”, il mio semplice andare in montagna da camminatore della domenica non mi fa sentire in diritto di usare questo soprannome, preferisco continuare a chiamarlo Marco, come ho sempre fatto. Quel sabato mattina, quando ancora in città nessuno si immaginava la tragedia, gli avevo mandato un ultimo sms per complimentarmi con lui: «Semplicemente bravo. Lecco è orgogliosa di te». Non lo ha mai letto, ma queste parole sono più che mai vere. Lecco sarà sempre orgogliosa di Marco Anghileri.

La visita di un caro vecchio amico e la sfida di un atleta…

Una graditissima sorpresa, quella che Mario Colleoni, insieme a Francesca, Flavio e Gianfranco, mi hanno regalato facendomi visita nel mio ufficio in Municipio. Io e Mario ci conosciamo da tantissimi anni, dai tempi della gioventù, quando vivevo a Robbiate e insieme, tra esigenze di sostegno alla famiglia e ricerca del lavoro, è nato qualcosa di più, un amicizia che dura ancora oggi, pur nella lontananza della vita quotidiana.

Una diversità, così siamo soliti chiamarla, che diventa un dono meraviglioso e una ricchezza sia nel caso di Mario, sia nel caso di Cristina Isacchi, atleta Oltretutto ’97 di Malgrate, che in Medio Oriente rappresenterà il territorio di Lecco ai Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi nella disciplina del nuoto e nelle specialità dei 100 stile libero, 100 misti, nonché nella staffetta azzurra.

In bocca al lupo a Cristina e, Mario, a presto!

Geo&Geo: questo pomeriggio Lecco è ancora sulla RAI

Questa sera alle 17 sul piccolo schermo torna di scena Lecco e i suoi scorci grazie a una puntata del format di RATI TRE Geo&Geo dedicata al Sentiero di Leonardo, un percorso di 240 km che conduce da Milano a San Bernardino attraversando il Comune di Lecco, lungolago e che celebra la memoria da Leonardo da Vinci nel 500° della sua scomparsa, toccando i luoghi lombardi vissuti ed esplorati dal genio.

Da non perdere!

La sfilata dei carri allegorici e dei gruppi del Carnevalone

In programma domani a partire dalle 14:30 la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati del Carnevalone di Lecco 2019 colorerà la città di allegria, musica e tradizione, grazie ai regnanti re Resegone, regina Grigna e gran ciambellano e a coloro i quali, in questi mesi, hanno preparato un momento di festa e divertimento collettivo, dalle caratteristiche che solo il Carnevale sa essere portatore.

La sfilata partirà da piazza Cappuccini e farà tappa dalle 16:30 alle 17 in piazza Garibaldi, per le premiazioni e le esibizioni del gruppo Sbandieratori e Musici della Torre di Primaluna.

Il programma del Carnevalone si concluderà con la serata musicale e due differenti proposte in piazza Garibaldi e piazza XX Settembre

Mercoledì “Entra con SPID – Tutti i servizi con un solo click”

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) offre credenziali uniche pensate per dialogare con la pubblica amministrazione attraverso i siti nazionali (Inps, Agenzia Entrate, etc.) e i portali web territoriali (Sistema Sanitario, Università, Biblioteche, etc.). Si tratta di un’opportunità ancora poco conosciuta, che offre tuttavia notevoli vantaggi. Per questo, per permettere ai cittadini di conoscerne le potenzialità e ottenere le credenziali, il servizio comunicazione del Comune di Lecco sarà disponibile dalle 8.30 alle 15.30 in municipio e dalle 16 alle 19 al centro commerciale Meridiana, nella piazzetta e al primo piano di fronte la scala mobile.

Si tratta di un’iniziativa importante, perché i processi di modernizzazione che la pubblica amministrazione ha attivato sarebbero vani senza le necessarie azioni di promozione della conoscenza e accompagnamento all’utilizzo degli strumenti messi a disposizione del cittadino per trasformare qualcosa che sembra difficile, in uno strumento familiare, che in definitiva è alla portata di tutti. Vi invito ad approfittare di questa occasione: mercoledì portate con voi un documento d’identità valido, la tessera sanitaria con il codice fiscale e il relativo PIN, un indirizzo e-mail consultabile e il vostro smartphone.

Per maggiori informazioni chiamate il servizio comunicazione allo 0341 481397 oppure scrivete a segreteria.comunicazione@comune.lecco.it

Gli appuntamenti del fine settimana e oltre

Questo pomeriggio dalle 14 alle 18 e domani 9 marzo dalle 10 alle 16 in via dell’Eremo, sono in programma gli incontri L’Estate Addosso! Summer job 2019 Let’s Move 2019, dedicati, rispettivamente, alle opportunità di lavoro estivo e al confronto con le agenzie e le organizzazioni specializzate in esperienze all’estero. Le iniziative sono organizzate dal servizio giovani del Comune di Lecco nell’ambito della JobWeek 2019, rassegna di incontri per parlare di lavoro con i giovani.

Giornata internazionale della donna

In occasione della Giornata internazionale della donnaquesta sera alle 21, il gruppo Deep Space, che gestisce per il Comune di Lecco il Planetario civico, proporrà un evento speciale, dedicato alle grandi donne della scienza e dello spazio: Donne stellari. A condurlo sarà la giovane ricercatrice Mery Ravasio, dell’osservatorio di Merate e, per l’occasione, il costo del biglietto sarà ridotto per gli uomini  a 4 euro e per le donne a 3 euro.

Mente già nel primo pomeriggio di oggi, dalle 14 alle 17 in piazza Garibaldi, l’Unione Donne in Italia di Lecco distribuirà mimose e materiale associativo; nel tardo pomeriggio, alle 17, nella sala conferenze di Palazzo del Commercio in piazza Garibaldi, Marisa Marraffino presenterà il suo volume “Il bullismo spiegato a genitori e insegnanti”. Il momento è organizzato dalla Consigliera di Parità e dal Fondo Zanetti in collaborazione con Telefono Donna e Soroptimist Lecco.

La riflessione continuerà poi la prossima settimana, venerdì 15 marzo alle 18, quando nella sala consiliare dal palazzo comunale di Lecco si terrà l’incontro intitolato “L’immagine femminile nella pubblicità e gli stereotipi di genere”, una seduta aperta della Commissione Pari opportunità del Comune di Lecco; mentre venerdì 27 marzo alle 14:30 al Centro il Giglio di via Ghislanzoni è in programma l’incontro “Donne nella storia: Grazia Deledda” a cura della Consulta femminile di Lecco.

Auguri a tutte le donne!

Giovedì 14 marzo alle ore 18 a Villa Gomes, nell’ambito del progetto Musica Totale, organizzato dal Civico Istituto Musicale Giuseppe Zelioli, è in programma il concerto di chitarra classica “Fandango!” con Tarcisia Bonacina.

Per il Percorso della Memoria questa sera alle 21 all’auditorium Casa dell’Economia di via Tonale è in programma il concerto All’ombra delle tue ali a cura dell’orchestra sinfonica di Lecco, mentre martedì 12 marzo a partire dalle 9:30 al Polo di Lecco del Politecnico di Milano su terrà un convegno-dibattito sulla Mappa della Memoria.

Carnevalone di Lecco:

Sabato 9 alle 14.30 la sfilata del carnevalone partirà da piazza Cappuccini in corteo per il centro città. Alle 16.30 in piazza Garibaldi le premiazioni con l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Musici della “Torre” di Primaluna. Alle 21 serata musicale in piazza Garibaldi con DJ Alberto Zanni di Radio Millennium e Stefania Giordano di Lecco FM, e in piazza XX Settembre musica country con 700 metri sopra il cielo.

Mostre:

“Nel segno della montagna”: mostra fotografica a Palazzo delle Paure dedicata alla montagna con gli scatti di Raffaele Bonuomo, Giuliano Cantaluppi, Pietro Sala, Giandomenico Spreafico e Giovanni Ziliani. Visitabile fino al 14 aprile.

#WaterReporter: la natura dell’acqua: ultimi due giorni per visitare la mostra fotografica allestita nel cortile del Municipio con i venti scatti selezionati, sul tema dell’acqua e della sostenibilità nel territorio della Provincia di Lecco, all’interno del concorso fotografico di Lario Reti Holding per il 10° anniversario di attività, in collaborazione con LifeGate.

Ancora al Planetario di Lecco:

  • Domenica 10 alle 16 evento speciale in occasione della Giornata Internazionale dei Planetari.
  • Mercoledì 13 alle 21 secondo appuntamento del ciclo Il Cinema e la Luna con la conferenza “George Pal e Uomini sulla Luna” a cura di Dario Stefanoni, in collaborazione con Dinamo Culturale.

Domenica 10 marzo ritorna l’appuntamento ciclistico per tutti gli appassionati dei Randonée, 200 km da percorrere intorno al Lario. Per i “meno allenati” la soluzione mini 100 km, mentre sono 70 i km per gli amanti della MTB. Tutti i percorsi si snodano in spettacolari scenari tra lago, monti e caratteristiche cittadine. Il ritrovo è previsto per le ore 6:30 all’oratorio di Maggianico, la partenza dalle 8 alle 9 in piazza Garibaldi

Sempre domenica 10 marzo alle 18  al Palasport del Centro Sportivo Bione si terrà il derby da non perdere Gimar Basket Lecco – Gordon Nuova Pallavolo Olginate.

Share this Post

Leave a Comment